via Fratelli Folonari, 20 - Brescia Centralino 030.37291
cgil CGIL - Camera del Lavoro di Brescia

Riforma tassazione. Un confronto sulle novitÓ irpef

Pubblichiamo un volantino sulle modifiche sulla tassazione introdotte dalla nuova Legge di Bilancio: nella tabella le fasce di reddito da lavoro dipendente con un confronto fra la situazione 2022 e quella dell'anno precedente.


Pubblichiamo un volantino sulle modifiche sulla tassazione introdotte dalla nuova Legge di Bilancio: nella tabella allegata le fasce di reddito da lavoro dipendente con un confronto fra la situazione 2022 e quella dell'anno precedente.

📎 SCARICA IL VOLANTINO .

Le modifiche introdotte dalla legge di Bilancio riguardano i redditi oltre i 15.000 euro annui. Fino a 15.000 euro infatti la tassazione e l’erogazione del trattamento integrativo di 1.200 euro annui rimangono inalterate. Oltre i 15.000 euro abbiamo messo a confronto la situazione 2021 con la situazione 2022: da una parte ci sono le diminuzioni delle aliquote intermedie (dal 27% si passa al 25% e dal 38% si passa al 35%) dall’altra scompare il trattamento integrativo di 1200 euro (100 euro mese) fino ai 28.000 euro e l’ulteriore detrazione da 28.001 a 40.000 euro.
Contestualmente viene modificata la formula per le detrazioni per lavoro dipendente: dai calcoli emerge sostanzialmente che in nessuna fascia di reddito c’è una perdita rispetto al 2021, ma la fascia di reddito più alta ha una maggiore differenza in positivo rispetto alle fasce più basse confermando la posizione assunta da subito dalla Cgil nazionale che aveva denunciato questo squilibrio già dalla prima presentazione della riforma fatta dal Governo. 

I lavoratori con reddito oltre i 15.000 euro non troveranno in busta paga il trattamento integrativo ma, come risultata dalla tabella, non avranno una tassazione maggiore. Questo è un dato parzialmente positivo perché l’intervento di 7 miliardi avrebbe dovuto avere un impatto più favorevole per le fasce più basse se la suddivisione di queste risorse fossa stata definita diversamente e fosse stata ascoltata la posizione sindacale più volte espressa.

Approfondimenti